Cinque indagati per una presunta “parentopoli” al Cara di Mineo

20 luglio 2015 Sicilia
#caltagirone
#mineo
#procura
#profughi

caramineoCinque informazioni di garanzia sono state emesse dalla Procura di Caltagirone tra cui il sindaco di Mineo Anna Aloisi, nell’ambito di un’indagine su una presunta “parentopoli” che riguarda l’assegnazione di posti di lavoro all’interno della struttura di accoglienza per i migranti richiedenti asilo politico. Le ipotesi di reato sono: istigazione alla corruzione e corruzione in atti d’ufficio. Tra gli indagati anche l’ex primo cittadino Giuseppe Mario Mirata.