Operazione “I treni del gol”, le intercettazioni che riguardano l’Acr Messina

26 giugno 2015 Sport
#acr messina
#calcio
#calcioscommesse
#catania
#legapro
#lo monaco
#pulvirenti
lomonaco

Pietro Lo Monaco (foto messinanelpallone.it)

All’interno dell’indagine della Procura di Catania su presunte gare comprate di serie B e LegaPro, per i vertici del Messina (il presidente Pietro Lo Monaco, l’amministratore delegato Alessandro Failla e il direttore sportivo Fabrizio Ferrigno) l’ipotesi di reato di frode sportiva è scattata in seguito ad alcune intercettazioni delle rispettive utenze telefoniche.

Nelle telefonate Lo Monaco, Failla e Ferrigno parlano tra l’altro di un calciatore del Monopoli da seguire, atteso a fare “cinque assist” in una partita, evento che in un primo momento non si sarebbe verificato, ma successivamente sì. Secondo gli inquirenti si tratterebbe di chiari messaggi in codice per cercare di manipolare il risultato sportivo, anche se non c’è un riferimento diretto alla gara incriminata, Messina-Ischia.