Mafia Capitale, al centro dell’indagine anche il business dei migranti in Sicilia  

4 giugno 2015 Sicilia
#carminati
#destra
#magliana
#migranti
#mineo
#nero
#roma
#terrorismo

migranti-sbarco1Scattano le perquisizioni del Ros disposte dalla Procura di Roma a Mineo e Piazza Armerina, con lo scopo di trovare riscontri alle intercettazioni telefoniche che svelano il sistema di corruzione sulla gestione del Centro di Accoglienza “Cara” di Mineo.

Al centro dell’indagine Luca Odevaine, membro del Tavolo di Coordinamento nazionale sull’accoglienza per i richiedenti ed i titolari di protezione internazionale.

Secondo gli inquirenti Odevaine era a libro paga di Massimo Carminati, l’ex terrorista di destra ritenuto a capo dell’organizzazione criminale, perché capace di indirizzare l’assegnazione dei migranti dal Cara di Mineo in altri centri di imprenditori “amici”.