Confermati i domiciliari per i coniugi Conti Nibali, accusati di aver tentato di “acquistare” un minore

tribunale1A disporlo il Tribunale del Riesame di Messina. Resta dunque la misura di custodia cautelare ai domiciliari per Calogero e Lorella Conti Nibali, coniugi di Castell’Umberto accusati di aver tentato di acquistare un minore da un’organizzazione criminale romena.

Tuttavia per marito e moglie è stata stralciata l’accusa più pesante, quella di riduzione in schiavitù. I giudici del Riesame hanno inoltre confermato i domiciliari anche per Bianca Capillo, accusata di essere complice dei coniugi Conti Nibali.