Palermo, quattro arresti per pizzo e ricatti ai danni di un bar vicino all’Ospedale Civico

polizia1I poliziotti della sezione criminalità organizzata della squadra mobile di Palermo hanno condotto in custodia cautelare Vincenzo Giudice, uno dei triumviri arrestati martedì nell’operazione Verbero dei carabinieri. Giudice, amministratore di fatto della Medipast, la società che gestisce il bar del Civico, è accusato con gli altri tre – Attilio Di Stefano, Eugenio Donato e Piero Oriti Misterio – di estorsione aggravata in concorso.

Secondo le indagini Cosa Nostra voleva eliminare la concorrenza del punto ristoro con una serie di vessazioni: dal pizzo da pagare – tra i duemila e i quindicimila euro per ristrutturare e inaugurare il bar – e fino a vere e proprie imposizioni, come quella di non servire al banco pazienti e dipendenti del Civico.