Omicidio Crisafulli, in carcere il fratello

pistolaOmicidio volontario aggravato; questa l’accusa di cui dovrà rispondere Alessandro Crisafulli, il 27enne di Barcellona, che avrebbe ucciso il fratello Roberto al culmine di una violenta lite. L’accusato, nel corso dell’interrogatorio, avrebbe indicato nel padre Cosimo l’autore dell’omicidio, una tesi sostenuta anche dallo stesso genitore, che si è autoaccusato. Ma le due presunte confessioni non coincidevano e non hanno convinto il sostituto procuratore Fabio Sozio, che ha tramutato il fermo del giovane in arresto. Alessandro Crisafulli si trova adesso rinchiuso nel carcere di Gazzi.