Dure critiche al Piano di Riequilibrio da 18 ormai ex sostenitori di Accorinti

gino-sturniolo

Il consigliere comunale Gino Sturniolo

In un lungo documento, firmato tra gli altri dal consigliere comunale Gino Sturniolo e dall’ex esperta del comune per i servizi sociali, Clelia Marano, si esprime la forte convinzione che la giunta Accorinti abbia tradito il sogno della rivoluzione dal basso, rimasta nelle promesse della campagna elettorale.

In particolare, il piano di riequilibrio viene definito come “un percorso condiviso di pacificazione tra quellichecerano e quellidiadesso. Il vero atto propedeutico ad una politica di cambiamento sarebbe stato – si legge – liberarsi dall’obbligo di risanamento. Questo avrebbe significato togliere, di colpo, a tutti la possibilità di qualsiasi forma di ricatto politico”.