Approvata sul filo la finanziaria regionale

crocetta

Il presidente della Regione Rosario Crocetta

Grazie infatti a tre deputati dell’opposizione che sono rimasti in aula, si è raggiunto all’Ars il numero legale per poter rendere valida la votazione, che ha provocato innumerevoli polemiche, con i partiti di minoranza che non hanno partecipato ai lavori e con qualche mal di pancia anche all’interno dello stesso Partito Democratico. Tra le misure approvate l’allineamento delle pensioni regionali a quelle statali dal 2016, con il taglio di 500 posti da dirigente, la stabilizzazioni di un migliaio di precari e il taglio ai teatri. Novità assoluta invece la decisione di far assumere tutto il controllo della spesa all’assessorato all’economia, guidato da Alessandro Baccei, che ha affermato come ci voglia ancora almeno un altro anno e mezzo affinché la Sicilia allontani lo spettro del default. Possibile a tal proposito una manovra correttiva già a luglio.