Dopo le dichiarazioni del pentito Stefano Lo Verso, Gianluca Manca chiede la riapertura delle indagini sulla morte del fratello Attilio

25 gennaio 2015

Il 13 gennaio, nel corso di un udienza al processo Borsellino Quater, Lo Verso aveva infatti affermato di essere in possesso di una statuetta della Madonna regalatagli da Bernardo Provenzano come souvenir dal suo soggiorno a Marsiglia e di conservarla ancora per l’eventuale riapertura del caso della morte di Attilio Manca, avvenuta nel 2004. I familiari di Attilio contestano da sempre la verità giudiziaria emersa, secondo cui l’urologo barcellonese sarebbe morto per overdose e sostengono che sia stato invece assassinato da Cosa Nostra poiché avrebbe operato a Marsiglia l’allora boss latitante Bernardo Provenzano. L’appello di Gianluca Manca a Lo Verso affinché racconti tutto quello che sa, per poter riaprire le indagini, rilasciato a LOraQuotidiano.it: