In seguito alla condanna, il deputato regionale Giuseppe Picciolo si dimette da capogruppo all’Ars dei Democratici Riformisti

21 dicembre 2014

Picciolo lascerà anche il suo posto all’interno della Commissione regionale Antimafia “per il rispetto che nutro nei confronti delle Istituzioni”, ha affermato. “Per il resto – ha continuato – continuerò a difendermi nei Tribunali per dimostrare la correttezza delle mie azioni”. Il deputato messinese è stato condannato per calunnia a due anni e sei mesi di reclusione, al processo scaturito dall’inchiesta sull’invio delle lettere anonime alla Procura di Messina tra il 2006 e il 2007, attribuite allo stesso Picciolo.