Il pentito di mafia, Vito Galatolo, svela i retroscena del piano di Matteo Messina Denaro per assassinare il pm di Palermo Nino Di Matteo

16 dicembre 2014

Come riportato in esclusiva da Repubblica, la Guardia di Finanza, in seguito alle dichiarazioni del collaboratore di giustizia, è tornata dentro il vicolo Pipitone, per cercare l’esplosivo che doveva essere utilizzato contro il magistrato del pool antimafia. Luogo dove già in passato i boss di Cosa Nostra si erano riuniti per stabilire le modalità degli attentati al generale Dalla Chiesa, al segretario regionale del Pci Pio La Torre e da dove partirono con la borsa carica di esplosivo utilizzato per la strage di Capaci.