Sei indagati per la morte di Carmelo Giannetto

Il sostituto procuratore Anna Maria Arena ha aperto un fascicolo. Al centro dell’inchiesta il mancato funzionamento del sistema telefonico d’emergenza. Ipotizzato il reato di omicidio colposo nei confronti degli operatori del 118 che hanno seguito il caso. Disposto inoltre il sequestro delle cartelle cliniche del 52enne morto per infarto lo scorso 23 agosto. Protagonista di un caso analogo una 65enne di Taormina colta da tachicardia. I familiari della donna dopo aver tentato invano di chiamare il 118 si sono rivolti ai carabinieri che hanno le strutture d’emergenza. La donna si trova adesso ricoverata in ospedale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*