Brolo, l’ex sindaco si dichiara estraneo ai fatti contestati

L’ex sindaco di Brolo, Salvatore Messina, agli arresti domiciliari perché accusato insieme ad altre sei persone di essersi appropriato di denaro destinato al Comune dopo che aveva contratto dei mutui per realizzare opere pubbliche, ha respinto ogni addebito a suo carico dichiarandosi estraneo ai fatti contestati. L’ex primo cittadino è stato arrestato insieme a funzionari e impiegati del Comune per falso materiale e ideologico in atti pubblici, truffa aggravata e peculato. Messina durante l’interrogatorio di garanzia, durato due ore, ha fornito spiegazioni e documenti sugli accrediti riscontrati nei conti personali e ha giustificato i contributi erogati in favore delle sue società sportive.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*