Brolo, truffa al Comune. Arrestati l’ex sindaco e il ragioniere capo

Il ragioniere capo del Comune di Brolo, Carmelo Arasi, e l’ex sindaco Salvatore Messina sono tra le sette persone raggiunte da provvedimento di custodia cautelare nell’ambito dell’inchiesta sui «mutui fantasma» a Brolo. Arasi, ritenuto la mente della truffa, si trova in carcere. Ai domiciliari, oltre all’ex sindaco Messina, anche Rossella Arasi, Santina Caranna, Antonella Campo, Giusy Di Leo e Costantino Maniaci. Inoltre, tre misure di divieto di dimora sono state emesse nei confronti dell’ex vicesindaco del Comune di Brolo e di due dipendenti comunali. Sono indagati per falso materiale e ideologico in atti pubblici, truffa aggravata per il presunto conseguimento di erogazioni pubbliche per lavori edilizi e peculato per aver distratto a proprio favore 1 milione e quattrocento mila euro con riguardo alle annualità 2011, 2012 e 2013.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*