In bici per i fantasmi di Portopalo

Lunedì 18 e martedì 19 agostoa Messina si svolgono le iniziative legate al Progetto “1200Km in bici per i Fantasmi di Portopalo”. Una pedalata in solitaria per chiedere alle Istituzioni europee il recupero del relitto F174, affondato a Natale del 1996. L’obiettivo di Gaia Ferrara, protagonista dell’iniziativa, è quello di percorrere in bicicletta 1.200 chilometri con partenza, il 2 agosto scorso, da San Severo in Puglia e arrivo a Portopalo il prossimo 23 agosto dopo un giro in 23 tappe lungo le coste italiane. Il progetto è promosso dall’associazione Viandando in collaborazione con Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. La nave trasportava migranti provenienti principalmente da India, Pakistan e Sri Lanka. Nel 2001 l’inchiesta del giornalista Giovanni Maria Bellu, mostrò al mondo le immagini degli scheletri delle vittime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*