Sequestro di beni al barcellonese Giambò

Il decreto di sequestro colpisce aziende, beni mobili, immobili e rapporti di credito, per un valore complessivo di oltre un milione di euro. Giambò, 43 anni, attualmente è detenuto per le condanne riportate nell’ambito dei processi scaturiti dalle indagini “Pozzo II” e “Gotha”. Le indagini che hanno portato all’operazione eseguita dai ROS di Messina avevano evidenziato gli interessi illeciti nel settore del gioco d’azzardo e delle estorsioni e nell’infiltrazione negli appalti pubblici attraverso l’imposizione di servizi e forniture di manufatti in cemento, in particolare nelle opere di riqualificazione del lungomare di Ponente di Milazzo e di metanizzazione di numerosi Comuni del messinese.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*