Non si placano le polemiche in seguito alle dichiarazioni sul secondo Palagiustizia satellite durante l’inaugurazione dell’Anno Giudiziario

26 gennaio 2014

“Ho passato una vita a combattere i poteri forti, non accetto che nessuno usi un linguaggio del genere nei miei confronti”: è la replica del sindaco Renato Accorinti al presidente degli Ordini degli Avvocati, Francesco Celona, che sabato scorso, durante l’inaugurazione dell’Anno Giudiziario, lo aveva accusato, seppur non direttamente, di non decidere sulla destinazione del secondo Palazzo di Giustizia cittadino all’ex Casa dello Studente perché ostacolato dai poteri forti. In precedenza anche il presidente della Corte d’Appello, Nicolò Fazio, aveva lamentato 20 anni di mancate decisioni con un’inutile sperpero di denaro pubblico. Fazio aveva altresì chiesto la nomina di un commissario ad acta per dirimere la questione.