Continua lo sciopero della fame di una decina di rifugiati presso il centro di prima accoglienza di Pozzallo

20 gennaio 2014

I rifugiati che hanno attuato la protesta chiedono condizioni di vita più dignitose all’interno del centro e tempi certi per ottenere l’asilo politico. Ad appoggiare l’iniziativa l’associazione ‘Restiamo Umani’. Attualmente il centro di accoglienza ospita 320 migranti a fronte di una capacità massima di 120.