Presentato dalla Uil il report 2013 sulle carceri. Nei penitenziari di Messina e provincia non c’è sovraffollamento

I numeri, snocciolati da Eugenio Sarno, segretario nazionale della Uilpa Penitenziari, fanno registrare tra l’altro un segno meno complessivo nei suicidi e tentati suicidi rispetto al 2012, nonché alle aggressioni dei detenuti agli agenti. “Questi numeri fanno giustizia dell’impegno quotidiano della Polizia Penitenziaria”, dichiara Sarno, che afferma tuttavia come, benché vi sia un miglioramento generale, la situazione carceri, soprattutto per quanto riguarda la media nazionale del sovraffollamento e dei detenuti ancora in attesa di sentenza definitiva, resti ancora “una vergogna per un paese come l’Italia”. A livello locale, invece, dal report si evince come i tre penitenziari di Messina e provincia non siano sovraffollati, avendo un numero di detenuti inferiore alla sua portata massima, che si attesta in percentuale del 18,6 in meno per Gazzi, del 54 per Barcellona e del 4,8 per Mistretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*