Beni per 4 milioni sequestrati a degli affiliati della mafia barcellonese

Francesco Aliberti, Antonino Mazzeo e Giuseppe Antonio Treccarichi, finiti in carcere lo scorso 10 luglio durante l’operazione Gotha 4, effettuavano estorsioni per assistere economicamente i familiari dei detenuti. Tra i beni di dubbia provenienza confiscati ai 3 uomini e ad alcuni familiari che facevano da prestanome: 6 aziende, immobili, conti correnti, automobili e barche. I provvedimenti di sequestro delle aziende sono stati emessi per la sproporzione tra l’ingente patrimonio ed i modesti redditi dichiarati dagli indagati

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*