La Procura di Messina chiede il rinvio a giudizio per il commerciante Sandro Pesce

Pesce è stato arrestato nel 2011 per bancarotta fraudolenta per la distrazione di beni della Margan Srl e di una serie di negozi di abbigliamento, sequestrati per un evasione fiscale di oltre tre milioni di euro. Indagati anche i familiari e altri soggetti considerati prestanomi di Pesce. Adesso l’udienza preliminare è stata fissata il prossimo 29 ottobre.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*