Catania, sequestrati beni per un valore di 218mila euro

La Guardia di Finanza, su richiesta della Procura di Catania, ha confiscato i beni ad un funzionario contabile del Parco archeologico greco-romano. Secondo le prime verifiche, il contabile avrebbe trattenuto per sè, da aprile 2011 a giugno 2013, la maggior parte degli incassi del Parco che invece dovevano essere versati alla Regione Sicilia, allegando falsi prospetti mensili.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*