Ragazza disabile costretta a prostituirsi: indagate cinque persone

A dare l’allarme erano stati i familiari della ragazza, insospettiti dal suo comportamento. Il sostituto procuratore Federica Rende ha inviato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, avviate nel 2010 : cinque le persone anziane che devono rispondere di diversi capi d’imputazione, tra cui l’accusa di furto, per costringere la giovane tra il 2009 e l’aprile 2010 a compiere atti sessuali in cambio di denaro, e l’accusa di prostituzione minorile, aggravata dal fatto di aver approfittato delle condizioni mentali della ragazza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*