‘Paolo Borsellino non fu ucciso per aver scoperto la trattativa Stato-mafia’

E’ il passaggio clou delle motivazioni della sentenza dei giudici della quarta sezione del Tribunale di Palermo, depositate in seguito all’assoluzione dell’ex comandante dei Ros, Mario Mori e dell’ufficiale Mauro Obinu, accusati di aver favorito la latitanza di Bernardo Provenzano. Secondo i giudici vi furono gravi carenze investigative, errori e omissioni, ma non trovano riscontro le dichiarazioni di Massimo Ciancimino su una presunta trattativa Stato-mafia e che il giudice Paolo Borsellino fu ucciso da Cosa Nostra per averla scoperta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*