Confiscati beni per 400 mila euro al clan dei Tortoriciani

I beni sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Messina sono riconducibili a Orlando Galati Giordano e al figlio Eros Gennarino Giordano, ritenuti esponenti del clan dei Tortoriciani. La confisca riguarda un’immobile a Tortorici e una ditta di rivendita di giornali e periodici con sede a Pisa. Le indagini della Dia hanno fatto emergere delle incongruenze tra i beni posseduti ed i redditi dichiarati dai due uomini.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*