Rinvenuto l’atto di vendita della Casa del Portuale

Il documento, stipulato dall’allora sindaco Carmelo Fortino e dal console della capitaneria di porto Giovanni Maimone, risale al 16 maggio del 1959 ed aveva per oggetto: “la concessione in vendita di 1960 metri quadri di area comunale alla Compagnia portuale Italia, per la costruzione della Casa del Portuale”. L’edificio apparterrebbe quindi alla società cooperativa Italia, che però è stata posta in liquidazione. L’incarico di commissario è stato assegnato dalla regione a Placido Matasso che, forte dell’atto di vendita, chiede lo sgombero urgente della Casa del Portuale attualmente occupata dagli attivisti del teatro Pinelli

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*