Nuovo sequestro di beni per oltre 3 milioni di euro per l’imprenditore Vito Nicastri

20 settembre 2013

Il patrimonio dell’imprenditore trapanese, definito il re dell’eolico, è stato ritenuto frutto del reinvestimento di capitali di provenienza illecita. La confisca si va a sommare a quella dell’aprile scorso di oltre un miliardo di euro. Le indagini hanno confermato dei collegamenti tra Nicastri e il boss latitante Matteo Messina Denaro