Ai ferri corti il Partito Democratico e il governatore Rosario Crocetta

Il collegio dei garanti del Pd ha infatti esitato un documento in cui si chiede a Crocetta di non fare attività di partito con il suo movimento, il Megafono, poiché iscritto al Pd, onde evitare un procedimento di espulsione. Inoltre, il capo della commissione, Luigi Berlinguer, invita il presidente della Regione Sicilia, ad ‘abbassare i toni’. Crocetta, da par suo, risponde, affermando come sia “assurdo parlare di Megafono sì, Megafono no, quando il Pd dovrebbe invece avere come priorità la questione morale al suo interno”. Riferimento anche al recente scandalo degli enti di formazione messinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*