21 anni fa la strage di via D’Amelio, il ricordo di Giorgio Napolitano

19 luglio 2013

In una lettera inviata a Manfredi Borsellino, il capo dello stato rende “commosso omaggio alla memoria di Paolo Borsellino e degli uomini della sua scorta”. Scrive Napolitano: “Con i tragici attentati del 1992 in cui persero la vita Giovanni Falcone e Paolo Borsellino l’Italia fu ferocemente colpita nelle persone di suoi servitori eccezionali, di grandi magistrati. L’esempio e l’eredità che Paolo Borsellino ci ha lasciato, come tutti coloro che si sono sacrificati per tutelare i valori di giustizia, libertà e democrazia, sono oggi alla base delle iniziative sempre più numerose che spontaneamente si sviluppano nella società civile contro ogni forma di violenza e di insidiosa infiltrazione della criminalità organizzata”. Al Senato è stato osservato un minuto di silenzio.