Continua l’estate calda ma non torrida

11 luglio 2013

Anche nelle prossime 12-24 ore, infatti, avremo un ulteriore impulso di aria più fresca in quota che, come nell’ultimo periodo, potrà favorire la formazione di nuvolosità compatta in prossimità dei rilievi e nelle aree interne, con associata qualche debole e rapida precipitazione a carattere di rovescio temporalesco. Tuttavia, le condizioni generali miglioreranno col trascorrere delle ore, facendo ritornare il cielo più sereno e soleggiato. La situazione presente alle nostre latitudini, inoltre, mantiene lontana l’aria più calda di origine africana, e pertanto, avremo ancora un campo termico con massime di 27-29°C e minime sui 23-24°C, ma l’indice di stress da calore farà percepire valori di 34-35°C in funzione di un tasso di umidità compreso tra il 55 e il 95%, quindi con una moderata sensazione di afa. La ventilazione da nordovest, invece, proseguirà debole sui 15-20 nodi, mentre nello Stretto e nello Ionio avrà un’intensificazione locale sempre per effetto delle brezze pomeridiane. Concludendo con il moto ondoso dei mari che si affacciano sulla provincia, questo si mostrerà tra il quasi calmo e il poco mosso nel Tirreno, mentre sarà poco mosso o mosso nello Stretto e nello Ionio, dove, temporaneamente e a partire dal primo pomeriggio, diventerà molto mosso in mare aperto.