Agguato al vicesindaco di un comune dell’ennese

Un pensionato sessantenne, Santo Giovanni Di Bella ha minacciato il vicesindaco di Sperlinga Epifanio Emanuele e poi sparato al fratello dello stesso, Michele Emanuele, ferendolo alla testa. Alla base di questo gesto sembrano esserci motivi di ordine economico legati ad un lascito testamentario. Dopo l’allarme lanciato da alcuni passanti, l’uomo si è costituito presso la caserma dei carabinieri e successivamente rinchiuso nel carcere di Nicosia. Dovrà rispondere dell’accusa di duplice tentato omicidio aggravato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*