Permangono condizioni di maltempo critiche per vento molto forte e mare grosso

Le nostre latitudini, infatti, nelle prossime 18-24 ore saranno coinvolte in pieno dall’area depressionaria e dal fronte freddo ad essa associato, con una situazione che vedrà persistere precipitazioni diffuse, localmente ancora sottoforma di rovescio temporalesco di grandine, mentre una particolare attenzione sarà richiesta per il vento, proveniente da ovest-nordovest, e che durante la giornata inizierà una graduale intensificazione, raggiungendo i 45-55 nodi, circa i 90-110 km/h nodi sul Tirreno e nello Stretto settentrionale. Pertanto, il moto ondoso in questi bacini, passerà dal molto mosso iniziale, al grosso di fine giornata, con mareggiate lungo le coste esposte e nelle Eolie e conseguente interruzione dei collegamenti marittimi. Lo Stretto meridionale e lo Ionio, invece, saranno parzialmente meno coinvolti, e il loro stato sarà generalmente mosso o molto mosso con il vento proveniente da ovest-sudovest e con intensità sui 25-30 nodi. Le condizioni generali, infine, saranno ulteriormente gravate da una rapida diminuzione del campo termico, che si farà ancora più incisiva dal pomeriggio, e che vedrà la massima sui 12-13°C e la minima intorno ai 7-8°C, anche se di fatto, l’umidità tra il 45 e il 90%, e l’effetto raffreddamento dovuto al forte vento, faranno percepire valori termici di un paio di gradi inferiori rispetto a quelli reali.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*