Tempo decisamente variabile e con temperature stazionarie

30 gennaio 2013

Le prossime ore saranno ancora caratterizzate da una discreta stabilità, con alternanza di nuvolosità e schiarite, mentre i fenomeni saranno limitati a moderate foschie, specialmente nelle valli interne e lungo le coste. L’alta pressione, infatti, continuerà a dominare sulla nostra area mediterranea, e il richiamo di aria più calda e umida, con un tasso che sarà tra il 60 e il 95%, si scontrerà con il flusso freddo presente in quota, e pertanto intensificherà temporaneamente la nuvolosità, senza apportare comunque particolari precipitazioni, mentre la scarsa ventilazione permetterà, invece, la formazione un po’ ovunque di foschie e anche qualche banco di nebbia sui rilievi. Il campo termico vedrà ancora temperature di massima sui 15-16°C e minime di 10-11°C, anche se l’escursione potrà localmente abbassare i valori di qualche grado, soprattutto durante la notte e nel primo mattino. Infine, per quanto riguarda la ventilazione, questa si manterrà debole, sui 13-18 nodi, e proveniente dai quadranti di ovest-nordovest, determinando così uno stato del mar Tirreno complessivamente mosso, mentre un moto ondoso generalmente quasi calmo o poco mosso, con locali rinforzi pomeridiani, si avrà nello Stretto e nello Ionio.