Una fase iniziale di moderata stabilità, poi graduale peggioramento.

22 gennaio 2013

Un debole promontorio di alta pressione proteggerà, nella prima parte della giornata, la nostra area da un nuovo sistema frontale in arrivo dall’Atlantico, assicurando condizioni discrete di tempo soleggiato e con scarsa nuvolosità, mentre delle residue precipitazioni potrebbero interessare ancora il versante tirrenico e le zone interne. Successivamente, l’avanzare della perturbazione, incrementerà la nuvolosità ed estenderà le precipitazioni un po’ in tutto il territorio, precipitazioni che localmente potranno manifestarsi sottoforma di rovesci o isolati temporali, mentre il nucleo in quota, di origine più settentrionale, porterà nuovamente i valori termici verso il basso, con massime tra i 13-14°C e minime di 7-8°C, in ulteriore diminuzione. Il tasso di umidità si manterrà ancora tra il 55 e il 90%, anche perché il quadro dei venti al suolo sarà dominato dai flussi meridionali pre-frontali, che con intensità di 25-30 nodi, renderanno progressivamente mosso e molto mosso il moto ondoso dello Ionio, mentre lo Stretto manterrà uno stato prevalentemente mosso. Nel Tirreno, invece, continuerà a prevalere una ventilazione da ovest-sudovest e pertanto anche in questo bacino, durante la giornata il moto ondoso passerà gradualmente da uno stato mosso al molto mosso, mostrandosi a tratti agitato intorno all’arcipelago eoliano.