E adesso tempo variabile e temperature in risalita.

18 gennaio 2013

Il prossimo fine settimana, infatti, sarà caratterizzato inizialmente da residue precipitazioni, localmente ancora a carattere temporalesco, mentre la giornata domenicale vedrà qualche schiarita più soleggiata, anche se complessivamente, le condizioni saranno comunque all’insegna di una decisa variabilità. Dopo la breve pausa invernale dell’ultimo periodo, il campo termico tornerà a registrare valori più in linea con la stagione, facendo rilevare temperature massime tra i 14-16°C e minime intorno ai 10-12°C, mentre l’umidità tra il 55 e il 90% e, l’attenuazione della circolazione, non porterà più a percepire valori differenti da quelli reali. La nuova circolazione dei venti, prettamente meridionale, e con intensità medie di 15-20, oltre a determinare in concreto una risalita delle temperature, potrà comunque favorire la formazione di foschie e nuvole basse sui rilievi, con qualche apporto localmente rilevante in termini di precipitazione. Terminando con lo stato del mare, durante il week end, in tutti i bacini si avrà una tendenza alla graduale diminuzione, con il mar Tirreno che si presenterà mosso o molto mosso al largo, mentre sottocosta sarà decisamente poco mosso, mentre lo Stretto e lo Ionio, da un moto ondoso compreso tra il poco mosso e il mosso nella giornata di sabato, passeranno ad uno stato molto mosso nel corso della giornata festiva.