Giorni frenetici a Palazzo Zanca per redigere il piano di riequilibrio pluriennale

16 gennaio 2013

Il progetto, utile per poter accedere al Fondo salva Enti istituito dal governo nazionale e varato dal Parlamento, dovrà essere consegnato alla Corte dei Conti entro il 13 febbraio, altrimenti si rischia il dissesto per il comune messinese. Intanto il ragioniere generale Ferdinando Coglitore e il dirigente responsabile al bilancio Giovanni Di Leo, in attesa di ricevere indicazioni in merito dal commissario Luigi Croce, hanno trasmesso una nota ufficiale ai consiglieri comunali, sollecitandoli alla massima collaborazione e evidenziano l’urgenza della consegna del prospetto.