Gli occupanti del Teatro in fiera tolgono i sigilli all’Irrera a mare. L’Autorità Portuale chiede ora il pugno duro

14 gennaio 2013

A un mese esatto dall’occupazione del Teatro, ribattezzato col nome dell’anarchico Giuseppe Pinelli, la situazione, nel quartiere fieristico, rischia di degenerare. Gli occupanti hanno riaperto i locali dell’ex Irrera a mare, chiusi nei giorni scorsi per volontà della Questura, e l’Autorità Portuale chiede adesso l’intervento delle forze dell’ordine per ripristinare il primato delle regole e consentire l’avvio dei lavori di ristrutturazione del Teatro. Gli attivisti spiegano il loro gesto appellandosi al diritto di tutti di poter usufruire delle aree demaniali, nelle quali rientra anche la cittadella fieristica.