E’ probabilmente un dirigente dei Ros l’autore del dossier anonimo inviato al sostituto procuratore Nino Di Matteo, che sta indagando sulla trattativa Stato-mafia

4 gennaio 2013

L’autore della missiva, chiamata “Protocollo Fantasma”, potrebbe avere lavorato a Palermo e aver avuto un ruolo nelle indagini per le stragi di mafia dei primi anni ’90: è un’altra delle rivelazioni di Repubblica, più dettagliata, sul dossier, che contiene nomi di politici a conoscenza del patto fra Stato e mafia dei primi anni Novanta, nonché un capitolo dedicato anche all’agenda rossa di Paolo Borsellino, rubata, secondo quanto scritto, da un carabiniere.