Torna l’inverno in riva allo Stretto!

Le prossime 12-24 ore, infatti, vedranno il flusso di correnti occidentali che hanno interessato finora buona parte del Mediterraneo centrale, assumere una componente sempre più marcatamente nord-occidentale, con conseguente ingresso di aria polare, che dalla tarda mattinata coinvolgerà tutta l’area del basso Tirreno. I fenomeni si presenteranno, già dalla prima mattinata, particolarmente significativi, con rovesci temporaleschi localmente intensi e comunque precipitazioni, che sulla fascia tirrenica e settentrionale della provincia e della città, potranno determinare particolari problemi idrogeologici, in parziale estensione al settore ionico, con quantità complessive di 20-45 mm/m2 di precipitazione media giornaliera. I valori termici subiranno una brusca flessione sotto la media stagionale, con massima di 11-12°C e minima di 8-9°C, anche se il vento sostenuto, e l’umidità tra il 35 e l’80%, faranno innescare una percezione termica di qualche grado inferiore al reale. Come anticipato, la circolazione prenderà ovunque una direzione di Maestrale, con intensità medie di 20-25 nodi, che sul Tirreno potranno raggiungere e superare i 45-50 nodi. Ciò renderà il moto ondoso di questo bacino agitato e molto agitato, con mareggiate sulle coste esposte e alle Eolie, e conseguente interdizione della navigazione, mentre lo Stretto sarà prevalentemente mosso, e lo Ionio invece, ancora sottovento grazie alla protezione della dorsale dei Peloritani, manterrà un moto ondoso mosso a ridosso dei litorali, e molto mosso al largo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*