La Dia di Messina sequestra beni del valore di 2 milioni di euro al boss Filippo Barresi

Nel mirino beni e quote societarie riconducibili all’esponente di spicco del clan di Barcellona, latitante dal giugno 2011, quando si è sottratto all’esecuzione dell’ordinanza cautelare emessa nell’ambito dell’operazione Gotha. Il provvedimento è stato emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia e ha riguardato aziende, quote societarie, terreni agricoli, fabbricati, veicoli e conti correnti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*