Rinviata al 20 dicembre la sentenza nei confronti del procuratore generale Franco Cassata nell’ambito del processo della diffamazione ad Adolfo Parmaliana

Il rinvio è stato disposto in seguito a un sopraggiunto impedimento del Giudice di Pace di Reggio Calabria. La Procura ha chiesto per Cassata tre mesi di reclusione. Secondo l’accusa, infatti, sarebbe proprio Cassata l’autore del dossier anonimo contro Parmaliana, in cui vi erano accuse infondate, messe in circolo allo scopo di screditare la memoria del professore. Il procuratore generale avrebbe agito per vendetta in seguito alla lettera d’addio di Parmaliana, scritta prima del suo suicidio, nell’ottobre 2008, in cui il professore scriveva di collusioni fra massoneria, università, politica, mafia e magistratura sull’asse Messina-Barcellona.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*