Rimane a Palermo il processo sulla trattativa Stato-mafia nei primi anni ’90

A stabilirlo il gup Piergiorgio Morosini, che ha respinto le richieste di eccezioni di competenza territoriale avanzate dai legali di alcuni imputati. Tra i ricorrenti anche gli ex ministri Nicola Mancino e Calogero Mannino, che all’interno del processo devono rispondere rispettivamente di falsa testimonianza e di violenza o minaccia a corpo politico dello Stato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*