Recuperata anfora spagnola nei fondali dello Stretto. Il rinvenimento ad opera del gruppo di ricerca “Atlantis”.

27 novembre 2012

Il team di subacquei alto-fondalisti di Oloturia Sub ha riportato in superficie alcuni eccezionali reperti archeologici giacenti in due siti sottomarini nello Stretto di Messina, a una profondità compresa tra i 95 e i 115 metri. Riportati in superficie un’anfora spagnola, una macina e un lingotto di piombo appartenenti ai relitti delle navi Messina 1 e Messina 2, che lo stesso gruppo aveva rinvenuto nell’estate del 2011.