Sequestrati beni a due imprenditori di Caronia

21 novembre 2012

La Dia di Messina ha sequestrato beni per un valore di 600 mila euro agli imprenditori Antonino e Tindaro Lamonica, a cui precedentemente erano già stati confiscati beni per un valore di 30 milioni di euro. il nuovo provvedimento di sequestro è dovuto alla scoperta dell’esistenza di ulteriori beni immobili, in particolare due ville di pregio a Caronia e altri fabbricati abusivi. I due fratelli sono sospettati di essere vicini ad esponenti di spicco di gruppi mafiosi operanti nella fascia tirrenica della provincia.