Un fine settimana marcatamente autunnale

16 novembre 2012

Nel corso delle prossime 24-48 ore, l’alta pressione che ha limitato l’intensità della perturbazione africana confinandola a latitudini più basse, tenderà leggermente a coinvolgere la nostra zona, almeno nella prima parte del periodo, lasciando però spazio ad ampie schiarite alternate a precipitazioni di moderata rilevanza, localmente ancora a carattere temporalesco. Poi, a partire dalla giornata domenicale, una nuova fase più instabile interesserà un’altra volta la nostra area, con nuvolosità in aumento, e con fenomeni che diventeranno progressivamente più significativi e diffusi su tutto il territorio. Le temperature riprenderanno a salire nei valori di massima, con punte medie sui 21-22°C, mentre le minime si manterranno stazionarie con valori di 14-16°C e l’umidità che oscillerà invece tra il 45 e il 90%. In questa fase transitoria, la ventilazione tornerà ad attenuarsi, intorno a intensità di 15-25 nodi, mentre la provenienza dei venti sarà inizialmente da est-sudest in tutti i bacini e successivamente, ruoteranno da sud-sudest, con moderati rinforzi che determineranno uno stato del mare complessivamente tra poco mosso e mosso nello Stretto e nel Tirreno, mentre prevalentemente mosso si presenterà il moto ondoso dello Ionio.