Ancora variabilità, anticamera di un nuovo peggioramento

5 novembre 2012

Un nuovo fronte perturbato nelle prossime 18-24 ore attraverserà tutto lo stivale, apportando condizioni tipicamente autunnali che sulla nostra zona arriveranno più che altro nella seconda parte della giornata, quando la nuvolosità medio – alta verrà gradualmente sostituita da nuvolosità più bassa e compatta, anche di tipo convettivo, che darà quindi luogo a moderate precipitazioni associate a fenomeni temporaleschi. Con l’afflusso di aria più fredda, i valori termici torneranno a diminuire, con massime nuovamente tra i 22-23°C e minime introno ai 16-17°C, mentre l’umidità sarà compresa tra il 40 e l’85%. I venti, saranno moderati e ancora di provenienza meridionale nella prima mattinata, poi si intensificheranno sui 30-35 nodi disponendosi dai quadranti nordorientali. In questo contesto quindi, lo stato del mar Ionio e dello Stretto si manterrà durante la giornata tra il poco mosso e il mosso, mentre il Tirreno avrà un moto ondoso prevalentemente mosso, in ulteriore incremento fino a diventare molto mosso, un po’ ovunque, con possibili mareggiate nei litorali esposti.