Il Comune di Furnari si costituisce parte civile al processo scaturito dall’operazione antimafia Gotha-Pozzo 2

Il dibattimento prenderà il via venerdì presso la Corte d’Assise di Messina. Nel mandato conferito ai legali del comune tirrenico, il sindaco Mario Foti spiega la scelta dell’amministrazione di costituirsi parte civile “al fine di tutelare i diritti e gli interessi della comunità furnarese vilipesi a seguito delle note vicende emerse “. L’operazione Gotha-Pozzo 2 scattò nel giugno 2011 e portò all’arresto di 24 esponenti mafiosi dei clan di Mazzarrà e Barcellona, in seguito alle dichiarazioni dei pentiti Carmelo Bisognano e Santo Gullo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*