Afa e caldo no stop

21 agosto 2012

La situazione meteorologica di questo scorcio d’estate, nonostante la dinamicità dell’atmosfera sia in continua evoluzione, non sembra mutare più di tanto specialmente alle nostre latitudini. Ancora il caldo afoso di origine africana ci accompagnerà nel corso delle ventiquattrore, con valori massimi di 34-35°C e minime di 26-27°C che durante la giornata verranno come sempre percepiti in un campo termico tra i 35-44°C. L’umidità dovuta all’afflusso di aria in transito sui mari si aggiungerà a quella ristagnante al suolo, mantenendo i valori elevati tra il 50 e il 90%. In questo contesto, la sensazione di afa sarà sempre notevole, associata a foschie persistenti e cielo sbiadito che presenteranno più insopportabile il quadro complessivo. Anche i mari non subiranno variazioni apprezzabili, con il Tirreno quasi calmo, mentre lo Ionio e lo Stretto saranno poco mossi con l’avvento delle brezze diurne, che in questo periodo, con intensità di 5-15 nodi, rappresentano gli unici venti in grado di concedere un po’ di refrigerio limitato però al loro raggio d’azione.