Attestati di solidarietà per Addio Pizzo Messina

«Hanno strappato i nostri volantini. Ci hanno urlato parole irripetibili. Hanno gridato che a Messina la mafia non esiste. Poi ci hanno seguito all’interno di un bar e ci hanno minacciato». È la denuncia presentata l’altro ieri in questura, sulla quale la Procura ha aperto un fascicolo, dall’associazione antiracket messinese Addiopizzo contro il “Comitato Vara” che organizza la processione dell’Assunta il giorno di Ferragosto. Tre suoi esponenti, già identificati dalla polizia, avrebbero intimidito gli esponenti di Addiopizzo, alcuni dei quali minorenni, martedì sera, mentre distribuivano volantini a poche decine di metri dal cippo della Vara, a piazza Castronovo. Ad Addiopizzo è arrivata solidarietà diffusa e bipartisan, tra gli altri da Pd e da Msi-Fiamma Tricolore-Destra Sociale ma anche dai movimenti 5 Stelle e Reset, dalla Fai (Federazione antiracket italiana) e dall’Asam (Associazione antiracket Messina d’urgenza) e dall’eurodeputato e candidato alla presidenza della Regione Rosario Crocetta. Dura la presa di posizione di Risorgimento Messinese che definisce inaccettabile e vergognoso un atteggiamento volto a “minimizzare” e a “derubricare” deliberati atti di minaccia, a semplici “equivoci”. Il riferimento è al comunicato sui fatti diffuso dall’assessore alle politiche di sicurezza Dario Caroniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*