Mafia: sequestrati beni per 7 milioni euro a Palermo

17 agosto 2012

Un’impresa edile e un intero fabbricato con garage, appartamenti e locali ad uso commerciale nel centro di Palermo, per un valore di oltre 7 milioni di euro, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale, su proposta della Procura. Si tratta dell’ultimo tassello di una serie di operazioni nei confronti di alcuni prestanome della famiglia mafiosa del quartiere Brancaccio. Ha collaborato alle indagini il pentito Fabio Tranchina, grazie al quale è stato identificato l’imprenditore, soprannominato ‘il marinaio’, prestanome di Cesare Lupo, reggente della famiglia mafiosa di Brancaccio. Tra i costruttori edili che hanno subito il sequestro di beni anche un ex parcheggiatore abusivo.